Istogramma

Manuale Fotografia – Istogramma

Bentornati su ManualeFotografia per un nuovo tutorial facente parte del corso di fotografia digitale. Nello scorso articolo abbiamo imparato a regolare i valori di apertura, tempo di scatto e ISO per ottenere una fotografia correttamente esposta servendoci di un essenziale strumento, l’esposimetro. Ma una volta scattata la nostra foto, come possiamo esser certi che questa [...]

Bentornati su ManualeFotografia per un nuovo tutorial facente parte del corso di fotografia digitale. Nello scorso articolo abbiamo imparato a regolare i valori di apertura, tempo di scatto e ISO per ottenere una fotografia correttamente esposta servendoci di un essenziale strumento, l’esposimetro. Ma una volta scattata la nostra foto, come possiamo esser certi che questa sia realmente esposta correttamente? Di certo non attraverso lo schermo lcd della nostra reflex, poiché non è preciso, ci fornisce una veloce anteprima e ad esempio in una giornata di sole non riusciamo a vedere molto. Ci viene allora incontro un altro essenziale strumento del mondo della fotografia, l’Istogramma.L’istogramma lo si può definire come un grafico che mostra la luminosità di una fotografia. A prima vista può risultare complesso, ma una volta appreso il suo funzionamento diventerà il nostro migliore aiutante durante lo scatto di una fotografia.

Istogramma e1315216974282 Manuale Fotografia   Istogramma

 Manuale Fotografia   Istogramma

Sull’asse orizzontale troviamo il livello di luminosità, da 0 (nero) a 255 (bianco). Sull’asse verticale troviamo invece la quantità di pixel presente ad ogni livello di luminosità. Leggere l’istogramma è molto semplice e dovremo regolarci in base al soggetto che stiamo fotografando. Se il soggetto nella foto è scuro ci aspetteremo di trovare gran parte delle informazioni nella parte sinistra dell’istogramma e viceversa, se stiamo fotografando un soggetto chiaro e luminoso, ci aspetteremo un istogramma che occupa la parte destra del grafico. Se invece fotografiamo un soggetto di tono medio l’istogramma generato occuperà il centro. Sarà quindi molto semplice a questo punto capire se la foto appena scattata è correttamente esposta. Se troviamo informazioni sull’estrema sinistra (0) e sull’estrema destra (255) la fotografie è sicuramente sottoesposta o sovraesposta e dovremo quindi intervenire sui soliti parametri (apertura, tempo di scatto e ISO) per ovviare al problema, o utilizzare la compensazione dell’esposizione, una funzione presente in tute le reflex che vedremo in un successivo tutorial.

Istogrammi tab Manuale Fotografia   Istogramma

Esempi di istogrammi.

Nella tabella sopra sono riportati alcuni esempi di come dovrebbe apparire l’istogramma in diverse situazioni, ma è molto importante tenere presente che ogni volta dovrete interpretarlo in base alla scena che state fotografando. Ad esempio se sono presenti aree totalmente nere o totalmente bianche nella scena, sarà normale avere delle quantità di dati agli estremi dell’istogramma (0 e 255).

A questo punto, come sempre, non vi resta che fare molta pratica per poter assorbire il concetto al 100%, ma se vi abituerete a controllare l’istogramma ogni volta che scattate una fotografia invece che giudicarla semplicemente affidandovi all’lcd vi assicuro che in futuro, scaricando le foto sul vostro computer, non avrete più brutte sorprese!

Per ora è tutto e vi aspetto presto su ManualeFotografia per un nuovo tutorial….

A presto,

Marco B.

 Manuale Fotografia   Istogramma